Mese: febbraio, 2010

a TEMA per zammù :: ombre (del cugino) di lubitch

casa lettrice malicuvata
presenta

a TEMA per zammù :: ombre (del cugino) di lubitch
obbligati a giocare con le ombre davanti: gli specchi sui lati sono altre dimensioni, a volte ricordi.
a volte no.

giovedì 25 febbraio 2010
h. 21.30 :: a TEMA per Zammù: ombre (del cugino) di lubitch

Il sale è nel mare e nella terra e nel sangue, insieme al ferro, e ogni tanto succede che degli omini si prendano per mano e vengano a scavarci nel sangue finché non estraggono il sale, certo, lo tirano fuori dagli occhi, piangiamo un mare di lacrime, certo, chi piange sangue piange ferro, chi piange sale riempie i fiumi.
Se la candela è accesa, è giorno; se la candela è spenta, è notte.
Il giorno si nasconde, la candela è accesa ancora per poco.

testi di: Simone Rossi, Carlo Palizzi, Antonio Tirelli, Cugino Lubitch, Tommaso Chimenti
musiche di: Simone Rossi, Antonio Tirelli, Gian Paolo Faella e Cugino Lubitch

[durante la serata verrà letto il racconto A TEMA per Zammù Volevo assomigliare a mia madre di Tommaso Chimenti]

Annunci

#12# Malicuvata e RadioMeridiano12

Radiomeriadiano 12 e SuDiGiri presentano la rubrica dedicata ai libri a cura della Casa Lettrice Malicuvata. Questa settimana Dario Falconi con Patagonìa (Prospettiva Editrice – Brain Gnu). Martedì 23 Febbraio 2010, ore 17.00 http://www.radiomeridiano12.com | FM 97.5

Volevo assomigliare a mia madre, le ombre e gli specchi di Tommaso Chimenti

Racconti a TEMA per Zammù: giochi d’ombre e di specchi
sono io a camminare, no; sono io a vedere, no; sono io a sentire, no.
obbligati a giocare con le ombre davanti, gli specchi sui lati sono altre dimensioni, a volte ricordi, a volte no.

il racconto selezionato per la lettura pubblica di giovedì 25 febbraio è Volevo assomigliare a mia madre di Tommaso Chimenti.

di seguito i racconti segnalati per la pubblicazione su malicuvata.it

Gianni Usai, Dormirò domani
Emèl Mamìya
, Bagliori d’ombre mosse
Alessandro Milanese, Skyscraper
Maria Silvia Avanzato, Risciò
Massimo Ubertone, Riflessi di donna
Mariagrazia Di Stasi, Io so chi sei
Elena Gessi, Specchi e altri demoni

la successiva selezione porterà alla pubblicazione cartacea entro il 2010

[grazie a tutti gli autori che hanno partecipato e grazie ai lettori malicuvati che hanno dedicato il loro tempo alla lettura dei racconti pervenuti. a si biri.]

Dalla A allo Zammù :: Brain Gnu, Patagonìa e Katacrash

brain gnuCasa Lettrice Malicuvata presenta

Brain Gnu, Patagonìa e Katacrash
martedì 16 febbraio 2010
Vineria Libreria Zammù
Via Saragozza 32/a
Bologna

h. 20.30 :: Brain Gnu – Prospettiva editrice: progetto, catalogo, aperitivo
Introduce Andrea Giannasi
I libri della Collana BrainGnu sono deflagrazioni emotive, naufragi letterari, derive metropolitane. Scalpitìo di zoccoli nella savana. Tutùm tutùm. Paradosso e mutevolezza. Baratri ameni ed incantevoli, voragini vertiginose e feritoie di luce.

h. 21.30 :: Patagonìa di Dario Falconi e Katacrash di Fabrizio Gabrielli – introducono Antonio Tirelli e Grigi Bolero
Rosa e Rosario. Moglie e marito da venticinque anni.
Si regalano la Patagonia.
Il loro sogno d’amore.
Intanto tre giovanotti infottati con la doppia acca vivono la formazione deformata nel destino di una generazione degenere. Finché non arriverà il momento del fragoroso crollo. E sarà Katacrash.

interventi musicali di Simone Rossi
interventi sensoriali di Alfio Genitron

Alfabeto lettarario :: Alessandro Marchi, Parada Ópera‏

Il martedì e il giovedì l’ascolto silenzia la parola, il rumore dei bicchieri diventa sottofondo: Il gigante e il mago sono dipinti sulla parete viola: Anice di Sicilia lontana, riportata in qualche modo da queste parti porticate, ingabbiata: dove volge lo sguardo chi ci ha concesso questa galera?
Alfabeto letterario::romanzi | racconti | poesie
a cura di Casa Lettrice Malicuvata

Vineria Zammù
Via Saragozza 32/a – Bologna

giovedì 11 febbraio 2010
h. 21.30 :: Alessandro Marchi, Parada Ópera, Pagliai editore – introducono Andrea Bonzi e Lorenzo Mari

Un giornalista italiano vive in Spagna fin da bambino. Innamorato dell’Andalusia, e avviato nella professione, decide di raccontare gli sporchi intrecci fra politica e affari nella Marbella degli anni Novanta. Gli costerà caro: verrà isolato e schiacciato psicologicamente. Sarà vittima di una campagna denigratoria che gli farà perdere la fiducia in se stesso, e l’amore per il lavoro. Forzato a trasferirsi a Madrid, si lascerà vivere fra eccessi e frustrazione professionale. Ogni mattina si sveglierà insoddisfatto, riconoscendosi come persona gretta e insensibile. Passerà anni cercando di scrivere un fantomatico libro di cui tutti gli amici hanno sentito parlare senza mai vederlo.
Avrà la fortuna, però, di conoscere una donna per la quale valga la pena sforzarsi di migliorare. Con estrema naturalezza, il giornalista verrà condotto da Sofia fuori dalla spirale di aridità e abbrutimento vissuti nella capitale spagnola. Inizieranno un idillio fatto di cose semplici, piaceri veri, passione bruciante, e decisioni difficili. Anche il libro sembrerà sul punto di venire pubblicato.
Ma le loro vite s’intrecceranno con la cronaca degli attentanti di Atocha dell’11 marzo 2004…

quasi quaderno 2010 :: michele risi

quasi quaderno 2010 è una rassegna che nasce dall’esperienza dell’etichetta indipendente ernestvirgola, attiva soprattutto nel campo del fumetto, e della casa lettrice malicuvata.
Unisce due spazi, la galleria d’arte Fragilecontinuo e l’enolibreria Zammù, e due tipologie di pubblico, gli appassionati d’arte e gli appassionati di letteratura, per portare la letteratura ultra contemporanea nei luoghi dell’arte e il fumetto d’autore nei circoli letterari.

venerdì 12 febbraio, ore 21.30

secondo appuntamento
ernestvirgola presenta
michele risi
@ Fragilecontinuo
Vicolo De Facchini, 2/a
Bologna


Ernestvirgola dice di Michele Risi:

Michele Risi è un ragazzo che se lo incontri per strada pensi che abbia fatto nuoto perchè ha le spalle larghe ed è ben piantato, conoscendolo meglio si scopre che è uno con tutto un suo mondo ma così di primo acchito vi potrebbe ingannare, potreste essere portati a considerarlo lo stereotipo del ragazzo emiliano: carino, solare, sorridente, piacione, con quell’accento inconfondibile. E non è uno che magari ha studiato al liceo classico o ha una laurea in lettere moderne. Diciamo che non sembra proprio il tipo che scrive poesie. a sentir lui all’inizio non sapeva neanche che quello che scriveva erano poesie. e invece sono poesie, ed è impossibile non ritrovare un po’ di se stessi in quello che scrive lui, racconta proprio di noi e del nostro mondo di oggi: riesce a parlare in modo profondo e vibrante anche del messaggio preregistrato della segreteria telefonica di un cellulare! L’ultimo scetticismo era proprio legato a quel suo accento così tipicamente emiliano, scetticismo che è caduto dopo aver visto un suo reading, voce e interpretazione migliore non ci potrebbero essere. Il suo accento dà calore e sapore di quotidianità alle parole. In più gli interventi musicali di Tronca dei Trabant Mobile sottolineano la verve tragicomica delle sue opere. da non perdere!

per maggiori info sulla serata: ernestvirgola.blogspot.com
per maggiori info su michele risi (segnalato al Premio Iceberg 2009 per i suoi “Scritti Pop”): premio iceberg

PS. per l’occasione l’ernestcatering preparerà dei favolosi GINGERBREAD MEN di San Valentino!!!

#11# Malicuvata e RadioMeridiano12

Radiomeriadiano 12 e SuDiGiri presentano la rubrica dedicata ai libri a cura della Casa Lettrice Malicuvata. Questa settimana Fabrizio Gabrielli con Katacrash(Prospettiva Editrice) Martedì 09 Febbraio 2010, ore 17.00 www.radiomeridiano12.com | FM 97.5