ANTIGUIDA

Ebook Antiguida 2Copertina: Girolamo Lanzafame
Formato: 13×19
Pagine: 264

Pubblicazione: febbraio 2015
Free download: pdf – epub – mobi

Questi palazzi che vedo dalla mia finestra capita si trasformino in facce enormi che sputano fuoco e le fiamme aprono nella carne ferite profonde e per non sprecare sangue, per rimetterlo in circolo è necessario imbrattarsi la faccia di rosso – lo si fa per sopravvivere. Rispondo col fuoco, al fuoco che lambisce la mia finestra. Sono stato il primo e l’ultimo in questa città, mangiato da mani regali e poi rinchiuso dentro casa e obbligato all’ascolto assordante, di un sé. Privato del potere di esistere capita di resistere, quindi. E di contare i giorni che mi dividono dal ritorno alla terra dei padri, la nostra terra, quel disperato tumulto di basalti.

Alberto Careri | Libro n. 4

LibroN4AlbertoCareriformato: epub – mobi
caratteri spazi inclusi: 26mila
copertina: girolamo lanzafame

pubblicazione : settembre 2014

Siamo nelle Landes, a nord delle province basche francesi. Soustons è un villaggio in festa che prepara la corrida che si terrà fra due giorni. Di tanto in tanto si levano alte le voci di un coro occitano che canta fra le bancherelle del mercato. Ha smesso di piovere, sono le undici di mattina e l’unico bus per il villaggio più vicino parte fra un’ora. Inizio a camminare la strada che punta il mare, e superato il lago virerò verso nord, Messanges, il prossimo villaggio. A Ovest, così vicino, c’è l’Oceano. Risalgo il Sud della Francia a piedi, in bus, in macchina, raccolto da tanti: Peter, Jean Baptiste, Alya, i tedeschi Nickolas e Patrik, Lorenço Anthony, Tommy e George. Fino a Parentis-en-Born, dove lascio Lorenço Anthony al suo paesello e sono di nuovo da solo, da una parte il sole che abbassa la sua luce e dall’altra una nuova luna che si accende. Davanti a me silenzio e strada e di tanto in tanto una macchina che non si ferma. Ma soprattutto ancora quaranta chilometri prima di Arcachon.

 

Alberto Careri | Nato a Sassari nel 1982. Vive a Bologna. È uno dei bitumisti, corrente pittorica sorta in Italia all’inizio di questo secolo.
Cura il blog http://opifice.tumblr.com

 

Carlo Palizzi | Libro n. 3

 

LibroN3CarloPalizziformato: epub – mobi
caratteri spazi inclusi: 76mila
copertina: girolamo lanzafame
ufficio stampa: marianna piras
web: mattia piano

pubblicazione: giugno 2014 – FREE DOWNLOAD EPUB

La festa comincia quando l’ultimo telaio ha smesso il suo cantolavoro, dalle case dei centocinquanta escono tavoli di benvenuto, e milinciane, salsizza e frittole per tutti quelli che si sono arrampicati fin quassù. È una defibrillazione: Palizzi di Calabria si sveglia dal sogno della scomparsa, vive ride seduta sulle strade e urla: comprate le nostre case!

Carlo Palizzi | Si è laureato in Ingegneria nel 2004 con una tesi sulla meccanica dei fluidi. Parallelamente ha frequentato la LUM, la Libera Università Mediterranea, dove ha approfondito le tecniche di partecipazione delle comunità locali alle scelte di piano. Da due anni vive a Praga.

http://periferiadelritorno.wordpress.com

 

Prossima uscita : Alberto Careri, Libro n. 4 (Malicuvata E-Book 2014)

 

Alfio Genitron | Libro n. 2

LibroN2AlfioGenitron


formato: epub – mobi

caratteri spazi inclusi: 21mila
copertina: girolamo lanzafame
ufficio stampa: marianna piras
web: mattia piano

pubblicazione: aprile 2014

La nave saluta il porto e tutti quelli che rimangono a terra.
Cagliari ingravida figli da ammassare dentro navi italiane in partenza ogni giorno.
Cagliari si accontenta d’essere passeggiata,
d’esser carezzata distrattamente come una vecchia bambina.
Torneremo coi capelli bianchi e la nostra mollezza avrà smesso di lamentarsi,
ormai.

Alfio Genitron | È uno strumento da romanzo storico. Vorrebbe raccogliere i passages parigini in un libro, e il titolo sarebbe Eurc. E le foto, invece, sarebbero di Alberto Careri, autore del Libro n. 4.
Fa domande ai morti, qui: http://alfiogenitron.wordpress.com

 

Prossima uscita : Carlo Palizzi, Libro n. 3 (Malicuvata E-Book 2014)

Decimo Cirenaica | Libro n. 1

LibroN1DecimoCirenaicaformato: epub – mobi
caratteri spazi inclusi: 63mila

copertina: girolamo lanzafame
ufficio stampa: marianna piras
web: mattia piano

pubblicazione: marzo 2014

Genova è sempre la stessa, pensa Gerardo Cartura indirizzando lo sguardo oltre il finestrone della cabina, dove scorre quella strada di ferro che impedisce il porto alla città: quella strada sopraelevata che sputa fumi di scarico direttamente sulle finestre delle case, quella strada entra fin dentro la nave quando la nave parte dal molo di levante, e Gerardo, davanti a questo urbanistico spettacolo, pensa sempre la solita frase: quella strada andrebbe fatta saltare in aria!

Decimo Cirenaica | Cresciuto alle porte di Cagliari, tra Quartu e Quartucciu, tra la città e la campagna, si è laureato in Scienza Politica alla LUM con una tesi dal titolo “Destra/Sinistra: un’alleanza contro la Democrazia”. Ha scritto un romanzo – “A loro il tentativo di chiudermi ametà” (Cagliari, 2011) – scaricabile gratuitamente dal blog.

 

SU AMAZON PER KINDLE (MOBI), BOOKREPUBLIC (EPUB)
E NELLE MIGLIORI LIBRERIE ON-LINE
a 1,99euro !
C’è anche la libreria on-line del Centro Studi Opìfice – in fase di sperimentazione !

Leggi un estratto del Libro n. 1 (FREE DOWNLOAD EPUB)

Prossima uscita: Alfio Genitron, Libro n. 2 (aprile 2014)

Emile Olivadi | Libro n. 5

LibroN5EmileOlivadiformato: epub – mobi
caratteri spazi inclusi: 82mila

copertina: girolamo lanzafame
ufficio stampa: marianna piras
web: mattia piano

pubblicazione: febbraio 2014

Ieri un signore smilzo con gli occhiali di nome Once, al Théâtre de Verre, mi ha chiesto se fossi italiano. Gli ho risposto che no, ch’ero sardo. Lui ha tirato gli occhi al cielo e mi ha detto che Sardegna e Italia erano la stessa cosa. Io gli ho detto che no, che non erano la stessa cosa. Lui ha continuato dicendo ch’era francese ma non nazionalista. Io che ero sardo e che non ero nazionalista nemmeno io. Once, un po’ incazzato, mi ha detto che io ero un essere umano come lui. Io gli ho detto che fino a un certo punto ero un essere umano come lui, poi cambiava qualcosa: siamo due esseri umani, gli ho detto, ma tu sei francese, io sardo, mediterraneo. E non sono italiano.

Emile Olivadi | Avrebbe voluto scrivere la storia di Almudena Cortez, ma è morto prima, a causa di un’indigestione di gigli, nelle campagne di Magnac, il 28 agosto 2013. Era l’ultima estate.

SU AMAZON (MOBI), SU BOOKREPUBLIC (EPUB) E NELLE MIGLIORI LIBRERIE ON-LINE

Leggi il Prologo (FREE EPUB)

Prossima uscita: Decimo Cirenaica, Libro n. 1 (marzo 2014)

A N T I G U I D A

LibroN1DecimoCirenaica

uscita prevista: marzo 2014

LibroN2AlfioGenitron

uscita prevista: aprile 2014

LibroN3CarloPalizzi

uscita prevista: maggio 2014

LibroN4AlbertoCareri

uscita prevista: giugno 2014

LibroN5EmileOlivadi

uscita prevista: febbraio 2014

Progetto grafico: Girolamo Lanzafame

libro n. 5

LIBROn.5_olivadi

 

Quando ramazza la corte tiene il portone che dà su Faubourg St. Martin aperto per metà. Porta fuori i quattro bidoni dopo averli rovistati uno per uno. La mia madama raccoglie per gli altri, ma se per qualche motivo la consegna non riesce, tiene tutto con sé. Anche oltre la scadenza. Tutto può sempre servire, ripete.

Un giorno trovo Luis seduto davanti allo scaffale dello scatolame alimentare, una dispensa profonda e molto ben fornita. Luis divide il mangiare scaduto da quello non scaduto. Oggi è 26 Aprile 2012 e ci sono scatole scadute nel 1997. C’è una scatola di fagioli scaduta del 1990, acquistata nella nuova riunita Germania. Quando la mia Madame la vede ci racconta la storia prendendo la scatola di fagioli in mano: avrebbe dovuto mangiarli a Parigi con Klauss, ma lui è morto prima di quel viaggio, e Maryse, lì per lì, non se l’è sentita di mangiare quei fagioli con krauti in scatola senza Klauss; né ha voluto buttarli. La vista, dice, voglio vederli a distanza di anni. Madame Colombo non vuole nemmeno che la si sposti, la scatola deve rimanere in fondo; ed è la prima che Luis rimette al suo posto, accanto un barattolo di lenticchie scadute nel 1989. Questa storia è molto bizzarra, ci dice Maryse. Voi conoscete Dott. Maertens? È stato Klauss a inventare le Dott. Maertens… le scarpe, sì. Oh, Klauss! A diciassette anni sono andata a servizio da loro, per imparare il tedesco e diventare professoressa di tedesco. Adoro instruire. Klauss abitava a sud di Monaco, in Baviera, una zona molto ricca. Era bello, e gentile. Quante donne avrò visto in quella casa… Sono arrivata che i figli erano già grandi; la più piccola contava sei anni. E il più grande, Max, ne aveva quasi quaranta e abitava poco distante da noi.

Vado di fretta, mia cara madama. E non posso stare ad ascoltare il vostro dire sempre interessante, lo ammetto: devo trovare una casa dove stare nel mese di maggio. E siamo al 26 di aprile. E ieri in Italia era festa nazionale: la giornata della liberazione, la chiamano; la vittoria degli americani sull’Italia celebrata in Italia senza americani. In Italia festeggiano una libertà americana, una libertà concessa. E io, in quanto sardo, mi sento due volte conquistato: dall’Italia e dagli USA. La mia terra, la Sardegna, è imperlata di basi militari statunitensi in virtù di quella italica sconfitta – o di quella vittoria, per dirla partigianamente. Ma chi è oggi il nemico? Il fascismo? Ancora chiedo a tutti quelli che rispondono così uno sforzo di fantasia. Il comunismo? Anche a voi che rispondete così, come sopra indicato, è richiesto uno sforzo di fantasia. Il nemico principale, come direbbe il mio amico Alain, si diversifica a seconda degli ambiti: è il mercato sul piano economico, il liberalismo sul piano politico, l’individualismo sul piano filosofico, la borghesia sul piano sociale, gli Stati Uniti d’America sul piano geopolitico. Ma per maneggiare la complessità ci vuole tempo e dedizione, ci vuole studio, disincanto ideologico, e un briciolo di fatalismo. Ieri un signore smilzo con gli occhiali di nome Once, al Théâtre de Verre, mi ha chiesto se fossi italiano. Gli ho risposto che no, ch’ero sardo. Lui ha tirato gli occhi al cielo e mi ha detto che Sardegna e Italia erano la stessa cosa. Io gli ho detto che no, che non erano la stessa cosa. Lui ha continuato dicendo ch’era francese ma non nazionalista. Io che ero sardo e che non ero nazionalista nemmeno io. Once, un po’ incazzato, mi ha detto che io ero un essere umano come lui. Io gli ho detto che fino a un certo punto ero un essere umano come lui, poi cambiava qualcosa: siamo due esseri umani, gli ho detto, ma tu sei francese, io sardo, mediterraneo. E non sono italiano.

E U R C

si chiama E U R C, che per i bombaroli linguistici significa “inondazione”.
è un libretto elettronico con scadenza indicata.

la maggior parte degli scritti presenti sono stati pubblicati sul sito di scrittori precari. passage du marché è stato pubblicato sulla rivista prospektiva – quando la curava fabrizio gabrielli.

tredici passeggiate coperte per il mese di gennaio, in e-book.
forse febbraio.
sicuramente in marzo.

l’eurc capita una volta ogni cento anni, dicono.

logo nero

Da Castello a Parigi, senza passare dal Via

parigi-copertinaFB
18H30

Spazio Santa Croce
presenta
Imprevisti e probabilità di un aperitivo à Paris
Parigi. Un tabellone. Imprevisti e probabilità: scoprirete les rues parisiennes tra un bicchiere di Pastis e del buon cibo.
Giocate con il nostro percorso a tappe e godetevi l’aperitivo alla brasserie.

21H00
Passaggi per il bosco 2013
presenta
Francesco Forlani
in
Parigi, senza passare dal via (Laterza/Contromano)
Uno dopo l’altro i venti arrondissement di Parigi si lasciano esplorare in una contaminazione di stili e di lingue che rendono la partita al Monopoli immaginata dall’autore qualcosa di simile a una battaglia, a una lotta d’amore.

a seguire: Caucaso Factory Proiezioni

A P P A R E I L
di Jerome Walter Gueguen
Video art – France, Février 2012, color, HD – 9’42

GO BURNING ATACAMA GO
di Alberto Gemmi
Ita/Fra, 2012, colore e bn, super8 e 8mm – 5’40”

LES CHAISES DE DIEU – TRAILER
di Jerome Walter Gueguen
uscita prevista 2014

*

Spazio Santa Croce
Via Santa Croce, 47
Cagliari


Spazio Teatro Santa Croce (Cagliari) – Gruppo Opìfice (Cagliari) – Malicuvata Casa Lettrice (Bologna) – Circolo dei lettori Mieleamaro (Cagliari) – Caucaso Factory (Bologna) – Libreria Mieleamaro (Cagliari)