Alfabeto lettarario :: Alessandro Marchi, Parada Ópera‏

di malicuvata

Il martedì e il giovedì l’ascolto silenzia la parola, il rumore dei bicchieri diventa sottofondo: Il gigante e il mago sono dipinti sulla parete viola: Anice di Sicilia lontana, riportata in qualche modo da queste parti porticate, ingabbiata: dove volge lo sguardo chi ci ha concesso questa galera?
Alfabeto letterario::romanzi | racconti | poesie
a cura di Casa Lettrice Malicuvata

Vineria Zammù
Via Saragozza 32/a – Bologna

giovedì 11 febbraio 2010
h. 21.30 :: Alessandro Marchi, Parada Ópera, Pagliai editore – introducono Andrea Bonzi e Lorenzo Mari

Un giornalista italiano vive in Spagna fin da bambino. Innamorato dell’Andalusia, e avviato nella professione, decide di raccontare gli sporchi intrecci fra politica e affari nella Marbella degli anni Novanta. Gli costerà caro: verrà isolato e schiacciato psicologicamente. Sarà vittima di una campagna denigratoria che gli farà perdere la fiducia in se stesso, e l’amore per il lavoro. Forzato a trasferirsi a Madrid, si lascerà vivere fra eccessi e frustrazione professionale. Ogni mattina si sveglierà insoddisfatto, riconoscendosi come persona gretta e insensibile. Passerà anni cercando di scrivere un fantomatico libro di cui tutti gli amici hanno sentito parlare senza mai vederlo.
Avrà la fortuna, però, di conoscere una donna per la quale valga la pena sforzarsi di migliorare. Con estrema naturalezza, il giornalista verrà condotto da Sofia fuori dalla spirale di aridità e abbrutimento vissuti nella capitale spagnola. Inizieranno un idillio fatto di cose semplici, piaceri veri, passione bruciante, e decisioni difficili. Anche il libro sembrerà sul punto di venire pubblicato.
Ma le loro vite s’intrecceranno con la cronaca degli attentanti di Atocha dell’11 marzo 2004…

Annunci